Tuesday, 30 June 2015

Saaremaa celebra la bellezza delle orchidee selvatiche

Dal 25 al 28 giugno 2015, nel villaggio di Loona (Saaremaa), ha avuto luogo il Festival dell’Orchidea, dedicato alle orchidee spontanee, tra i più singolari tesori dell’isola. Gli eventi comprendevano visite guidate, conferenze, concerti e mostre. 
Delle 36 specie di orchidee presenti in Estonia, ben 34 crescono in Saaremaa occidentale, in cui si è svolta la festa. La maggior parte delle orchidee autoctone nasce nei terreni calcarei, ma altre sono facilmente visibili anche in paludi, praterie e boschi. 
Circa il 90 per cento delle 35.000 specie di orchidee del mondo cresce nelle regioni tropicali o subtropicali. Ma circa 500-600 specie crescono anche in Europa e nelle aree temperate dell’Asia.

Friday, 26 June 2015

66 impressioni sull’Estonia di un Singaporiano

Saburi Ken, uno studente di Singapore che recentemente si è laureato presso l'Università di Tartu ed ora lavora part-time come ricercatore in Funderbeam, condivide i suoi pensieri, le impressioni e le opinioni dell’Estonia e della sua gente.

I miei pensieri non sono scritti sistematicamente, né classificati in un qualsiasi ordine significativo. Sono casuali e sommari. Essi comprendono il buono, il brutto e il goffo. Io non voglio essere di parte e cerco di vedere le cose come stanno. Forse sono uno dei primi del sudest asiatico e di Singapore a scrivere le sue impressioni sull’Estonia. Quindi è probabile che dirò qualcosa di diverso da quanto scrivono sull’Estonia solitamente gli Americani e gli altri Europei.

01. Santuario delle patate.
02. Foreste dappertutto!

03.  Tutti gli alberi mi sembrano alberi di Natale.
04. Le nubi sembrano essere più vicine al suolo, rispetto a Singapore.
05. Edifici bassi.
06. Le stelle sono visibili.

Monday, 15 June 2015

Il percorso naturalistico dell’Estonia di 820 Km.

Il Centro Direzionale delle Foreste dello Stato estone (RMK) ha inaugurato un nuovo tratto di 192 chilometri di sentiero attraverso la natura. Con questa nuova sezione, adesso si può percorrere l’Estonia da ovest a sud attraverso un unico sentiero di 820 chilometri di lunghezza. 
“Il percorso è composto per lo più di vecchi sentieri e di precedenti aree ricreative, ma abbiamo anche costruito nuove tratte e diverse aree per la sosta”, ha detto Margo Rammo del RMK. 
Il nuovo tratto porta gli escursionisti a poter andare da Peraküla, nella costa occidentale, fino ad Aegviidu, nel nord dell’Estonia. Questa sezione continuerà lungo il precedente tratto di 628 chilometri, inaugurato due anni fa, da Aegviidu a Ähijärve, nel sud. 
Il sentiero passa attraverso alcuni punti di riferimento, come le sabbie canterine di Nõva e Keibu, la cava di Rummu con le sue acque turchesi, le rovine del monastero medievale Padise e le sorgenti blu di Saula tra gli altri. 
Il Centro Direzionale delle Foreste dello Stato estone (RMK) ha in programma la costruzione di una ulteriore pista, che da Aegviidu arriverà fino all’estremo nordest dell’Estonia. Se tutto andrà secondo i programmi, il nuovo tratto sarà inaugurato nel 2018, in occasione del centesimo anniversario dell’indipendenza dell’Estonia.
Il nuovo sentiero di 820 chilometri.