martedì 3 gennaio 2017

Tre quarti dei piccoli comuni estoni procederanno verso fusioni volontarie

I comuni estoni avevano tempo fino al 31 dicembre 2016 per negoziare fusioni con i loro vicini per soddisfare il requisito di Legge di Riforma Amministrativa di almeno 5.000 residenti per comune. Secondo i dati del Ministero delle Finanze, a partire da gennaio 2017, ben 160 dei 213 comuni hanno tali accordi in essere.
Anche se tale iniziativa è stata contestata da diverse città e comuni, la Corte Suprema lo ha giudicato costituzionale ed il Governo ha annunciato che procederà per metterla in pratica.
 La riforma ora proseguirà con la fase successiva. Il Governo fino al 15 febbraio farà proposte ai restanti comuni di fondersi con i vicini, al fine di soddisfare il requisito minimo di popolazione. Il portavoce del Ministero delle Finanze Karel Hanni ha dichiarato che, dopo la seconda fase, il numero dei comuni si ridurrà a 75.
Tra i consigli locali interessati dalla riforma, Pärnu diventerà la città più grande, con una popolazione di più di 50.000 abitanti ed un territorio complessivo di 594 Chilometri quadrati. Il comune più esteso sarà invece Saaremaa, ovvero l’intera omonima isola fusa in un'unica unità amministrativa, con più di 32.000 abitanti ed un territorio di 2.580 Chilometri quadrati.
Le fonti ministeriali riferiscono che 35 aree e 113 comuni hanno confermato le fusioni volontarie, mentre 12 aree e 47 comuni hanno accordi di fusione in base alle decisioni del Governo.
I rimanenti 26 consigli locali che non soddisfano il requisito minimo di popolazione, né hanno avuto accordi di fusione, dopo aver ricevuto le proposte di fusione da parte del Governo entro il 15 febbraio, avranno tempo fino al 15 maggio per avanzare eventuali controdeduzioni, dopo di che il loro destino sarà deciso dal Governo. Tra le opzioni, la Legge di Riforma Amministrativa consente anche le richieste di essere trattati come un'eccezione. Finora sono state consentite eccezioni per le isole di Muhu, Vormsi, Kihnu e Ruhnu.

160 comuni estoni si fonderanno volontariamente, 4 hanno avuto la concessione di essere trattati come eccezioni e 26 si stanno rifiutando di negoziare le fusioni.
Segnaletica stradale che presto dovrà essere aggiornata per un mutamento di confine di contee: il territorio dell'attuale Comune di Hanila, uno di quelli che andranno a formare il nuovo Comune di Lääneranna, uscirà dalla Contea di Lääne per entrare nella Contea di Pärnu.

sabato 31 dicembre 2016

Il treno dei turisti Russi arriva a Tallinn per il Capodanno

Un treno speciale e dotato di carrozze in più è arrivato a Tallinn venerdì pomeriggio, con molti turisti che da Mosca e da San Pietroburgo vanno a trascorrere nella capitale estone il weekend di Capodanno. La società ferroviaria statale Eesti Raudtee, pur avendo aggiunto molte carrozze extra, tuttavia non è riuscita ad accontentare tutti coloro che avrebbero voluto fare il viaggio: tutti i biglietti sono stati esauriti. 
Nella prima fotografia, una Tallinn senza neve ha accolto 500 turisti russi che sono arrivati in treno venerdì 30 dicembre.